AS-SA……..Antonio Salviani Smaltimento Arte

Chi mi conosce sa che dall’inizio della mia ricerca ho sempre lavorato con materiali di recupero, dalle tele e telai, alle istallazioni e persino per il colore, a volte, usavo i rimasugli di bidoni abbandonati. Non troppi anni fa mi sono accorto che il riciclo, il rispetto per ciò che ci circonda e l’amore per i luoghi in cui viviamo non erano più solo una mia scelta, ma erano diventate nuove concezioni, bellissime visioni di dove e come vivere.

Contemporaneamente al riciclo ho sempre cercato di esporre in luoghi che si distanziassero dal luogo espositivo di eccellenza, gallerie, musei, ecc, anche senza mai sdegnarli, ho sempre pensato che un’idea abbia la forza di sopravvivere in qualunque locazione. Perché per quanto mi riguarda l’arte è una profonda e libera preghiera e una profonda preghiera non può essere solo esposta o espressa in un luogo specifico. Una preghiera solenne, non si limita ad essere recitata solo in una chiesa, in una moschea, o qualsiasi luogo adibito a ciò.  Per me l’importante è avere qualcosa da dire. Ovunque la si voglia dire.  Ho sempre prediletto esporre negli appartamenti privati, nei luoghi dismessi, nei bar, o fare una performance durante il concerto di un amico.

Disdicevole per il circuito artistico? Credo e continuerò a credere che nulla è degradante per un concetto da esprimere, un pensiero da condividere, un attimo passato con persone che possono arricchire il tuo messaggio.

Il 7 maggio 2015, grazie al supporto di Marco Mazzola e la sua grande passione per l’arte, Antonio Salviani, Mariateresa Marchese e Peter Lyell Cullen sono ospitati in uno spazio che dire dinamico è poco.

Infatti la Dinamica Press o “Dinamica Factory”, come la definisce Marco, è una società di smistamento giornali di arte cultura, architettura e design. Passano da lì prima di arrivare sullo scaffale della tua edicola. 1500 metri di fabbrica, che in passato ha ospitato la mostra di un altro artista Flo Corona. Un luogo sempre in fermento: carichi, scarichi, gente che va e ritorna, un posto dove è difficile trovare un momento per parlare con qualcuno e figuriamoci istallare una mostra.

Non a caso la nostra esposizione durerà solo una sera per venire smontata la notte stessa e consentire agli operai di lavorare il giorno dopo. È una mostra che abbraccia i temi del riciclo, dello spreco, della città, dell’introspezione, della musica e perché no dello stare insieme. Infatti, colori, pennelli e musica saranno a disposizione di tutti, dalle 19:00 fino all’arrivo notturno dei nuovi carichi dell’agenzia verso mezzanotte. La mattina dopo? Tutto finito, impacchettato e pronto per arrivare in altri luoghi pubblici o privati sempre e  solo con lo stesso intento di riflettere “almeno” insieme.

Giovedì 7 Maggio dalle 19:00 in poi,
Zona Greco – Dinamica Press (Dinamica factory)
Via Emilio De Marchi, 37 – dalla M Sondrio, Bus 43, 81, direzione e fermata Greco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...